La storia di Artfest

ARTFEST – Festival delle arti coreutiche, è una piattaforma di alta formazione, ricerca e diffusione coreutica. La  programmazione del Festival abita i luoghi del borgo antico della città di Venosa con azioni coreografiche e  performance site specific, momenti di alta formazione per danzatori, allievi e artisti, Atelier di comunità per famiglie, bambin* e persone che vivono una condizione di fragilità. ARTFEST sostiene e favorisce la sperimentazione e la  costruzione di un dialogo tra professionisti e giovani talenti nell’ottica di una formazione professionale di danza accademica e contemporanea. ARTFEST crea processi di partecipazione attiva del pubblico, costruisce una rete di  obiettivi favorendo mobilità e confronto artistico nazionale e internazionale attraverso azioni performative assolutamente trasversali e una fruizione diffusa ad una molteplicità di pubblici. Il progetto ha tra le sue finalità quella  di sostenere giovani autori, dare alle compagnie emergenti l’opportunità di presentare l’output finale dei propri lavori. La proposta progettuale di ARTFEST vuole rafforzare un modello innovativo di vita urbana attiva e orientata dalla  cultura, occasione di apprendimento, coinvolgimento diretto e sviluppo di competenze a lungo termine per cittadini e abitanti temporanei. In questa dinamica l’accessibilità e l’inclusività sono elementi fondamentali del progetto artistico.  

 

Artfest è strutturato in tre sezioni

SEZIONE FORMATIVA ☛ Offre ai giovani danzatori non solo una opportunità di formazione secondo le particolari  metodologie percorsi professionali delle Accademie coinvolte ma, durante apposite audizioni che hanno luogo  eccezionalmente sul territorio lucano, ammissioni straordinarie, tirocini formativi, stage di perfezionamento, borse di  studio, esperienze di approfondimento. Numerose sono state le opportunità concrete che il Festival ha offerto ai giovani  talenti, anche attraverso la programmazione di Atelier coreografici con gli artisti e le compagnie ospiti della sezione  performativa. 

SEZIONI PERFORMATIVA  Il Festival ha come sua vocazione quella di diventare regia di un incontro fisico tra le persone,  costruire nuove opportunità di relazione con il pubblico, sperimentare pratiche e visioni partendo dai luoghi e non dagli  eventi. Le compagnie e gli artisti dialogano con gli spazi urbani offrendo performance che siano dispositivi di  riappropriazione dello spazio pubblico. Performance e spettacoli site specific intercettano nuovo pubblico attraverso una  azione di promozione della danza e dell’arte coreutica, della creatività e delle pratiche artistiche, costruendo una vetrina  per la giovane danza d’autore contemporanea.  

SEZIONE EDUCATIONAL  Il Festival dedica un ambito della sua programmazione alle azioni di comunità,  basandosi sul presupposto che l’azione performativa ritrova il proprio senso originario e la propria autenticità in un  contesto sociale, a diretto contatto con le persone. Per la durata del Festival Venosa diventa un laboratorio-teatro aperto,  inclusivo e accessibile accogliendo bambin* e coinvolgendo abitanti del territorio e abitanti temporanei in laboratori di  COMMUNITY DANCE allo scopo di promuovere relazioni umane dense di significati, attraverso un lavoro artistico e  progettuale condiviso  

Progetti speciali

La programmazione di ARTFEST è sempre attenta ad essere opportunità e strumento per la  valorizzazione ed il sostegno al talento e alla creatività di artisti emergenti e giovani compagnie o collettivi. Obiettivo  di ARTFEST è stimolare e facilitare la crescita dei giovani coreografi, offrendo loro opportunità di residenza artistica per crescere e confrontarsi efficacemente con il pubblico, sperimentare il proprio linguaggio e restituire la propria  ricerca attraverso performance aperte.